20 Gennaio: ANTONIO BRANCHI e SONIA COPPOLI “The love song show”

L’amore a colpi di canzoni, un botta e risposta che canta l’innamoramento, l’amore, il tradimento, la passione.

Un repertorio misto e bizzarro, un omaggio grottesco all’amore a suon di musica e canzoni.

Inizio spettacolo ore 21.30 Caffè degli Artigiani (Via dello Sprone 16, Firenze) / INGRESSO GRATUITO (prenotazione consigliata 055291882)

image.jpeg

SONIA COPPOLI Formata alla scuola del Laboratorio Nove (FI), approfondisce la sua ricerca e preparazione attoriale con Silvia Guidi, Alessandro Baldinotti, Gabriella Bartolomei e Danio Manfredini. Il suo carisma teatrale nasce da un’intensa espressività, una potenza spiazzante nei cambi di registro contemporanea a un lavoro minimale sulla voce e sul corpo, una sorta di magico equilibrismo, espressione di una irregolarità teatrale fortemente originale. In lei si mischia leggerezza e drammaticità e una vocazione al grottesco con cui vince il 1 premio dei concorsi nazionali “+corto” e “Uno” interpretando il paranoico “sig.Peri” (2014, 2015), selezionato anche al Premio Traiano (2015). Altro irresistibile picco interpretativo nel ruolo di Martha nella commedia noir “Martha e Raymond” (2012) a fianco di Antonio Branchi, testo e regia di Chiara Guarducci. Ha collaborato/lavorato con Riccaro Massai, Chiara Guarducci, Alfonso Santagata, Andrea Muzzi, F. Sanità. Al cinema ha lavorato nel film L’ospite di Ugo Frosi di cui è uno dei personaggi principali. Per Cantiere Futurarte con la drammaturgia e regia di Chiara Guarducci ha interpretato “L’amore e’ una canzoncina” e “La passione di Leonarda Cianciulli“. A marzo sarà in scena con “Il condominio del Sig. Peri”, scritto per lei da Chiara Guarducci.

ANTONIO BRANCHI nato a Firenze nel 1972, si forma come attore presso il Laboratorio Nove di Sesto Fiorentino tra il 1992 e il 1995 con Anna Meacci, Renata Palminiello, e Barbara Nativi con la quale partecipa allo spettacolo “Resistere”. Successivamente si specializza durante 4 mesi di corso intensivo in lingua, con registi e compagnie di Londra e Madrid quali H. G. Toledo, D. Dromgoole (Bush Theatre) M. Magni (Theatre de Complicitè) Y. Brewster (Talawa Theatre) Roxana Silbert (National theatre). Con quest’ultima partecipa al Festival di teatro internazionale Intercity ’96 con la produzione “Il trattamento” di M. Crimp. Successivamente si lega alla compagnia Blanca Teatro di Carrara con la quale partecipa a spettacoli per adulti e ragazzi, fra i principali: Spartana, Tito (dal Tito Andronico), Portella della Ginestra, Tres, Facio e molti altri. Comincia nel 2002 l’attività di operatore ludico/teatrale nelle scuole che prosegue tuttora con laboratori rivolti a tutte le fasce d’età. Insegna inoltre al Laboratorio Permanente per adulti di Blanca Teatro con seminari sulla improvvisazione teatrale. Prosegue l’attività di attore ed assistente alla regia collaborando con Intercity Festival (Una notte intera 2004 regia D. Dibois, Il punto cieco 2006 regia R. Palminiello fra gli altri) e con altre realtà toscane come il Teatro del Legame, Chiara Guarducci, Bari Hochwald (Global Theatre’s Project). Qualche esperienza in fiction tv e film indipendenti. Nel 2014 l’esordio come regista con lo spettacolo “Maternità n.1”, scritto ed interpretato da Annamaria Guerrini e che ha debuttato al Teatro Cantiere Florida nel mese di Giugno.

 

 

Annunci